31 ottobre

Vista l’unica giornata di tempo buono in mezzo alle perturbazioni disastrose, decidiamo di anticipare lo smontaggio dell’impianto il 31 di ottobre. La giornata è buona, si vedono già dalle prime luci frotte di peppole passare frettolose sopra il valico.

Verso le 9 dobbiamo però chiudere le reti, per poter fare in tempo a smontarle asciutte, quindi le catture sono in tutto 60, con ben 32 peppole, qualche fringuello e qualche lucherino.

Si chiude così una stagione densa di momenti unici ma anche un bel po’ sotto alle aspettative, con circa la metà delle catture rispetto alla straordinaria annata del 2017.

Le specie catturate sono state 57, 2800 gli individui inanellati, 3 le specie nuove per il Pizzoc (succiacapre, cincia dal ciuffo e codazzurro).

Non mi resta che salutare tutti gli appassionati che seguono sempre più questo blog (più di 50.000 visite quest’anno!) e mandare a tutti un caloroso arrivederci all’anno prossimo.

Non mancherà, nei prossimi giorni, un report più dettagliato delle catture effettuate.

ARRIVEDERCI!

27-30 ottobre…

Lo scenario meteorologico è stato peggiore delle previsioni, in questi ultimi giorni di ottobre, ma fortunatamente non ci sono state conseguenze gravi, a parte il volo e la distruzione di qualche rete e del gazebo.

In effetti è stato abbastanza desolante trovarsi di fonte a questo:

Tuttavia, considerando i disastri veri che sono accaduti qui attorno, c’è davvero da ritenersi fortunati!

Arriva il maltempo!

Prima della perturbazione ciclopica in cui siamo immersi da due giorni, abbiamo la possibilità di aumentare il numero di specie, con la cattura di due cesene in una giornata uggiosa e nebbiosa e con meno di 20 catture…

Eccone qui una

24 ottobre

Una mattina molto intensa di passaggio, soprattutto di fringuelli e qualche peppola.

Poi verso le 11 si è alzato un vento fortissimo da ovest, che ci ha costretti a chiudere l’impianto anche per la quantità di foglie di faggio che dovremo togliere a una a una… 😦

Le catture sono in tutto 120, con un ospite d’onore che rappresenta la 56esima specie dell’anno: lo zigolo minore (Emberiza pusilla)!

Già catturato in un’altra occasione sul Pizzoc, è un visitatore irregolare dalla Siberia e dall’estremo nord europeo, e rappresenta la seconda rarità del 2018

Zigolo giallo!

Dopo due giorni un po’ interlocutori, la migrazione riprende con una giornata intensa, dominata dai fringuelli (81!) e 212 catture totali, in cui spiccano i pettirossi notturni che sfruttano la luna per migrare, ma soprattutto lo splendido zigolo giallo (Emberiza citrinella), un tempo comune e ora piuttosto localizzato negli ambienti montani. Eccolo in tutto il suo splendore:

Il tramonto è a dir poco fantastico in questa sera del 23 ottobre…

20 ottobre

Già da prima dell’alba si capisce che la giornata è buona, con merli e fringuelli che iniziano a muoversi..

Sarà la giornata più proficua dell’anno per numero di catture, 323, il nuovo record del Pizzoc, con 15 specie, tra cui un ritardatario codirosso comune!

La specie più catturata è il pettirosso, 93, poi merlo e spazzacamino con 51, 31 regoli e 20 fringuelli, qualche peppola e qualche frosone e 3 tordi sasselli.

Ecco un bel regolo (Regulus regulus)

19 ottobre

La migrazione, tanto attesa e oramai messa in dubbio, sembra finalmente partita!

Frotte di passeriformi passano incessanti già dall’alba, con tantissimi codirossi spazzacamino, pettirossi, fringuelli, peppole e qualche frosone!

161 a fine giornata, è il record di stagione!

Ecco a voi un bel frosone maschio!

18 ottobre, un giorno sempre speciale!

Ed ecco che il tempo stabile e la calma di vento finalmente ci fanno catturare un po’ di individui, più di 100, con quasi 50 splendidi codirossi spazzacamino!

Ma, come di consueto, il 18 ottobre ci porta una cattura speciale già da 4 anni: questa è la volta di una vera rarità, nidificante nella taiga siberiana e svernante nel sud-est asiatico, che vi mostriamo in esclusiva, al meglio della resa cromatica possibile considerando la tarda ora!

Ecco a voi il CODAZZURRO!!

(Tarsiger cyanurus)

Mercoledì 17 ottobre

Una giornata con calma di vento e con 68 catture, tra cui spiccano i codirossi spazzacamino e ancora pettirossi, insieme ad una decina di fringuelli ed una peppola.

La cattura più bella del giorno è questo splendido saltimpalo maschio!

Ma onoriamo anche gli spazzacamini maschi, che finora non si facevano prendere…

Picchio nero!

Nella calma di un passo assonnato, la fortuna vuole che ogni giorno ci sia qualche sorpresa!

Gustatevi questo panorama con picchio nero (Dryocopus martius) , specie di interesse comunitario e seconda cattura per il monte Pizzoc!

La giornata è importante anche per la prima sospirata cattura di frosone, simbolo della nostra stazione di inanellamento!

Allodola

L’allodola (Alauda arvensis) è una specie che catturiamo poche volte e non tutti gli anni, ma è sempre un piacere vederla!

Una ragione in più è che ci fa raggiungere la 50esima specie dell’anno, nella speranza che le due ultime settimane ci diano grandi soddisfazioni!

Domenica 14 ottobre

Continua incessante questo vento da est sul valico, il passaggio è contenuto, ma ci da due grandi soddisfazioni che attendevamo da un po’: dopo averne viste due nei giorni precedenti sfiorare le reti al tramonto, ecco che due beccacce si fanno catturare!

Qui di seguito il video del rilascio!

Un’alba meravigliosa

Preludio di un bel passo di tordi e fringuelli , questa è l’alba di ieri, un’alba che immaginiamo nei nostri sogni…

Facciamo il record della stagione, con 125 catture, abbastanza basso rispetto all’anno scorso, ma bisogna accontentarsi!

11 ottobre

Il vento forte è alle spalle finalmente, nella notte cala e la mattina di giovedì va un po’ meglio dei giorni precedenti.

L’evento della giornata è la cattura di uno splendido merlo dal collare, questa volta della sottospecie torquatus, che non nidifica nelle Alpi ma nel nord dell’Europa ed è caratterizzato da un piumaggio più scuro.

Civetta capogrosso

Ecco la liberazione della seconda civetta capogrosso dell’anno…

10 ottobre

In una giornata avara di catture a causa del forte vento da est (che ci costringe a chiudere in parte l’impianto), la soddisfazione della giornata è il primo tordo sassello del 2018!

Speriamo che sia un indizio di migrazione intensa come l’anno scorso per questa specie!

Nel pomeriggio poi un bel maschio giovane di gheppio!

9 ottobre

Una giornata di bel passo finalmente!

Anche se il vento da est non ci permette grandi catture, ci prendiamo comunque belle soddisfazioni, con 85 catture e 15 specie..iniziano a farsi catturare i codirossi spazzacamino maschi, anche se la maggior parte sono ancora pettirossi e spioncelli

Il bosco di faggi inizia il viraggio cromatico, è spettacolare

La Peppola!

Ed eccola qui la prima peppola dell’anno!(Fringilla montifringilla)

…ma la seconda è ancora più bella!!

Lunedì 8 ottobre

Dopo una domenica poco movimentata e con tempo molto uggioso e nebbioso, il lunedì ci porta diverse soddisfazioni, con ben 3 specie nuove per l’anno: cinciallegra, peppola e ciuffolotto!

Le catture sono 65 in tutto, eccole qua

Le 16 specie catturate segnalano che forse la migrazione è nel vivo..

Sopra un maschio e una femmina (giovani) di ciuffolotto (Phyrrula phyrrula), sotto la cinciallegra (Parus major)

6 ottobre

La giornata è prevista uggiosa con pioggia forte nella notte. Inizia con un forte vento da est, che gonfia le reti e rende difficoltose le catture: peraltro a parte qualche fringuello, abbondante in questi giorni in foresta, si vede passare poco.

Ben presto il tempo peggiora e piove già parecchio da metà mattinata, resistiamo un po’ ma alla fine chiudiamo l’impianto alle 15:30, con una trentina scarsa di uccelli inanellati: 3 merli, una decina di pettirossi e 11 spioncelli.

Salutiamo con affetto il gruppo dei “Cannarells” con cui abbiamo condiviso una settimana splendida! A presto!!!

Questa invece è la cincia alpestre di venerdì: